Notiziario UNEP


Vai ai contenuti

Menu principale:




Gli avvocati potranno denunciare Giudici, Cancellieri
e
Ufficiali Giudiziari in anonimo



riforma Bonafede



nota formazione UNEP



Oggetto: Relazioni Sindacali – Trasparenza – Criticità



Signor Ministro,

Il Sistema delle relazioni sindacali, secondo quanto afferma il vigente CCNL, è lo strumento per costruire relazioni stabili tra amministrazioni pubbliche e soggetti sindacali, improntate alla partecipazione consapevole, al dialogo costruttivo e trasparente, alla reciproca considerazione dei rispettivi diritti ed obblighi, nonché alla prevenzione e risoluzione dei conflitti. (segue)



nota fua e progressioni



PASSAGGI TRA LE AREE:
LE BUGIE DELL’AMMINISTRAZIONE HANNO LE GAMBE CORTE



Sono più di due anni che insistiamo con il Ministero affinchè si realizzino i passaggi di area: transito
in area terza di tutti gli idonei inseriti nelle graduatorie per funzionari giudiziari e funzionari NEP
formate in applicazione dell’art. 21 quater della legge 132/2015; pubblicazione dei bandi per
contabili, assistenti linguistici ed assistenti informatici in applicazione del medesimo art. 21 quater L.
132/2015; pubblicazione del bando per il passaggio degli ausiliari in area seconda, figura
dell’operatore giudiziario, in attuazione dell’accordo concluso con la firma del CCNI 29.7.2010. Il
Ministero ha sempre risposto picche sulla base della seguente motivazione: il passaggio di area può
avvenire solo a seguito di assunzioni nella medesima figura professionale verso la quale viene
operato il passaggio e per un numero pari a quello dei neo assunti. (segue)




Ai lavoratori che hanno scioperato il 28 giugno scorso, bloccando per un giorno l’ordinaria attività
degli uffici giudiziari, rivolgiamo un sincero e sentito



GRAZIE



Accertamenti fiscali: nullo l'invio dell'avviso esecutivo
per raccomandata



Giustizia: Cgil Cisl Uil, 28 giugno sciopero lavoratori
Rischio vuoto di organico e personale pagato meno di tutti i dipendenti pubblici


Roma, 26 giugno – ‘Giustizia Anno Zero’. Questo lo slogan con il quale le lavoratrici e i lavoratori dell’amministrazione giudiziaria sciopereranno in tutto il Paese venerdì 28 giugno, con presidi e incontri con i Prefetti, insieme a Fp Cgil Cisl Fp e Uil Pa, per le gravissime carenze di personale che porteranno entro il 2021 a un vuoto di organico, e per la mancata valorizzazione del personale, “anziano, demotivato e pagato meno di tutti gli altri dipendenti pubblici”.

“La data del 28 giugno non è casuale: è la scadenza entro la quale il Ministro avrebbe dovuto portare a compimenti tutti i dettagli dell’accordo del 27 aprile 2017: il passaggio degli ausiliari in seconda area, i passaggi giuridici all’interno delle aree, la pubblicazione di bandi per informatici, contabili e linguisti – spiegano i sindacati -. Abbiamo voluto concedere all’Amministrazione la possibilità di mantenere l’impegno sottoscritto, ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.

“Venerdì scioperiamo per gli interessi e la dignità dei lavoratori, che valgono molto di più dello stipendio di una giornata di lavoro. Dobbiamo rimboccarci le maniche e cambiare. In ballo non ci sono solo i diritti sacrosanti dei lavoratori ma la funzionalità stessa di uno dei servizi più importanti dello Stato. Per questo venerdì 28 giugno è sciopero”, concludono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa.

Home Page | Archivio - Documenti | Mappa del sito




Torna ai contenuti | Torna al menu